mercoledì 10 luglio 2013

Libri in vacanza...In vacanza con i libri

E’ arrivata l’estate, o quasi, ma anche se il tempo fa i capricci, il caldo c’è quindi tutti al mare!
E cosa si mette dentro una borsa da mare, oltre all'asciugamano, alla protezione solare, alle cuffie per sentire la musica attraverso il cellulare (o l’ipod) e ad altre cose personali che possono servire?Ma naturalmente un libro!!!
Non tutti portano un libro questo è ormai assodato, ma chi lo vuole portare deve scegliere tra titoli freschi che non generano noia altrimenti è finita!

Al mare fa caldo, il sole è forte, la sabbia scotta, ci si rifugia sotto l’ombrellone nelle ore più calde, ma non si può dormire sempre ed allora si legge.
I più tecnologici potrebbero dire “l’ebook sotto l’ombrellone”, ma meglio di no, meglio portare il caro vecchio libro cartaceo. L’ebook è a rischio furto, chi vuoi che rubi invece un libro cartaceo?
Inoltre l’ebook può surriscaldarsi con quel caldo, il libro no ed ancora l’ebook si scarica ed il libro no!!!
Visto che d’estate tutti diventano sportivi, si può fare lo sforzo di portare nella borsa il peso di un volumetto.
Non tutti i libri sono buoni, nel senso che non si devono comprare per forza quelli poveri di contenuto!
Per la serie, libri leggeri si, ma non così tanto!
Si fa una strana associazione in questo periodo dell’anno. Libri in vacanza = libri privi di corposità.
Naturalmente non porto sotto l’ombrellone Il nome della rosa di Umberto Eco (solo perché magari la concentrazione, al mare, non è al top, anche se non è per tutti così), ma non si devono portare neanche libri considerati tali solo perché sono impaginati così!
A me piace tantissimo leggere al mare, è rilassante, nelle pause tra una giocata a pallavolo ed una nuotata!
Visto che tutti consigliano le letture allora anch'io vi do il mio parere.
Se volete leggere libri gialli (sto parlando del genere giallo classico) allora vi consiglio di spulciare titoli tra quelli di Agatha Christie (giallista per eccellenza); tra i thriller (visto che oggigiorno non ci sono quasi più i gialli di una volta, ma i thriller) vi consiglio di leggere quelli di James Patterson (badate bene, non prendete un libro che fa parte di una saga perché altrimenti capireste poco), o Jeffery Deaver (ma quelli vecchi, perché andando avanti col tempo si è perso per strada), anche Fabio Delizzos della Newton Compton va bene (i libri costano poco, ma almeno lui scrive bene); per ciò che concerne i romanzi storici (ma non fatevi impressionare dal nome del genere) consiglio vivamente i libri di Alfredo Colitto (ti cattura con il suo linguaggio semplice e scorrevole), ma anche Martigli, Falcones, Zafon; se gradite la narrativa sociale allora consiglio Erri De Luca, Stefano Benni, o Daniel Pennac. C’è anche il libro dell’estate della Newton, che continua a sfornare libri di Marcello Simoni, diventato cartaceo dall'ebook che era.
Sono molti i generi di lettura e darei consigli per ognuno di essi, come ho già fatto a voce, ma non finirei più!
Alcuni libri di autori sopra citati sono datati (nel senso che l’ultimo è uscito lo scorso anno o due anni fa), quindi il loro prezzo è basso ed invoglia l’acquisto!
Questo è molto importante, soprattutto in questo periodo di crisi!

In caso di dubbio chiedete consiglio al libraio, ma visto che non c’è più il libraio di una volta (è raro, una specie in via di estinzione) dovrete informarvi su internet, guardare i commenti nei forum, le recensioni di chi l’ha già letto e poi andare a comprarlo!
Non preoccupatevi, si trovano molti blog o siti che parlano di libri!
Buone vacanze librose!!!




Articolo scritto per iltempolastoria.it

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

L'isola dei cadaveri: recensione

Recensione scritta per www.thrillernord.it http://thrillernord.it/lisola-dei-cadaveri/ Autore: Ann Cleeves Traduttore: A. D. Alberto ...

Post più popolari