sabato 13 luglio 2013

Quando il libro viaggia on the road



Aprire una libreria mentre imperversa la crisi dell’editoria, un’impresa che pochi potrebbero intraprendere. Un’impresa che porta avanti solo chi crede veramente nel lavoro che sta per avviare.
E questo è successo a Montesilvano (Pe).
Due sorelle hanno deciso di aprire una libreria indipendente, diversa dalle altre!
Sul sito abruzzo24ore dichiarano: “Avrete l’opportunità di conoscere, attraverso i libri le culture e i popoli che vorrete visitare, e a chi non desidera o non può uscire dal proprio contesto geografico, la libreria On the road Interno4 propone un’ampia gamma di letture, in grado di trasportare il lettore in realtà molto lontane o diverse.”
E mantengono le loro promesse.
Ho posto loro delle domande per mettere in evidenza gli eventi e le loro idee nuove per andare avanti respingendo la crisi.
Come funziona l’iniziativa “Quest’estate te li portiamo noi i libri in spiaggia?”. E’ curiosissima, e davvero innovativa!
Quest’iniziativa è rivolta a tutti coloro che vogliono leggere un libro al mare ma non hanno modo o tempo di venire in libreria. Basta contattarci per telefono e indicarci il libro che si desidera o anche il genere che si vorrebbe leggere, e noi porteremo in bici e presso lo stabilimento balneare indicatoci dal cliente una rosa di titoli sull'argomento indicato.



Si sono inventate il book da asporto. Un’idea davvero originale!
E’ la seconda edizione del book on the beach!Penso sia fantastico presentare dei libri in uno stabilimento!Potete parlarmi di quest’altra iniziativa creativa?
Book on the beach, è un progetto nato lo scorso anno in collaborazione con Alessio Romano del comune di Montesilvano.
Ogni domenica presentiamo un libro diverso in uno stabilimento diverso di Montesilvano, spesso la presentazione viene arricchita dall’accompagnamento musicale di Christian Carano (artista locale), e la mostra di opere d’arte e di artigianato.
Come promuovere la propria attività inserendo l’arte musicale, pittorica, artigianale, mettendo in rilievo gli artisti locali!
Purtroppo la crisi si fa sentire soprattutto nel settore editoriale, voi ne risentite anche se siete sempre attivi?
In merito alla crisi, la nostra attività ha poco più di 1 anno e mezzo di vita è nata nella crisi, ma non per una crisi lavorativa. Io e la mia socia nonché mia sorella abbiamo inseguito il sogno/progetto di una vita, nonostante la crisi e le previsioni, il nostro è stato un cambiamento radicale, abbandono di un lavoro certo per un salto nel buio. Tutto questo per dire che non ci aspettavamo molto più di quanto è la realtà dei fatti. In merito alle nostre iniziative le facciamo principalmente perché crediamo profondamente che siano parte integrante del nostro lavoro, che non deve e non può ridursi a fare il commerciante.
Resta il fatto che quello che stiamo vivendo è un periodo molto difficile e noi con difficoltà andiamo avanti, ma in questi momenti bisogna puntare sul risveglio delle coscienze, porre la cultura al primo posto, la conoscenza permette il risveglio di un pensiero critico e quindi di poter compiere delle scelte ragionate e non permettere che qualcuno pensi al posto nostro!
Ed i lettori ci sono ancora?Sono cambiati?
Il nostro zoccolo duro, come suol dirsi si è mostrato da subito, sono pochi ma tenaci curiosi, molti amano spaziare tra i generi, altri sono radicati nel loro gusto. In un primo momento è stato difficile ottenere la loro fiducia, far in modo che accettassero un consiglio di lettura ma con il tempo questo è successo ora sanno che possono fidarsi di un nostro giudizio.
Certo la tv anche in questo ambito la fa da padrone, il lettore casuale cerca il libro presentato da…o del quale ha parlato tizio nella nota trasmissione tv. Noi proviamo ad opporci a questa strada a senso unico, i soliti nomi le solite case editrici, da noi si favorisce molto la piccola editoria indipendente e cerchiamo di proporre qualcosa di diverso rispetto ai 10 libri in classifica!
“Prima di volgere lo sguardo verso l’esterno, la libreria On the road Interno4 intende favorire la scoperta e riscoperta del territorio, attraverso artisti,scrittori e poeti abruzzesi, nonché luoghi di cultura dai quali partire per apprezzare al meglio le indiscutibili bellezze naturali e culturali che la regione offre.
Intento della libreria è di concedere ampio spazio all’editoria locale e alla piccola e media editoria in generale, oltre a una vasta scelta di opere della letteratura italiana ed internazionale; vi sarà anche uno spazio dedicato ai testi in lingua originale. Incontri a tema, presentazioni di libri con l’autore, pomeriggi dedicati ai bambini, viaggi di fantasia e altre numerose iniziative saranno un punto cardine dell’attività di On the Road.”
Cosa dire?Rispecchiano in pieno l’idea del vecchio libraio che ha Alfredo Colitto, in chiave aggiornata!Alle due socie, nonché sorelle c’è solo da fare i complimenti!
Come hanno detto sul sito abruzzo24ore, riportando una frase di Jack Kerouac, “Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati. Dove andiamo? Non lo so, ma dobbiamo andare.”
Da parte mia hanno piena ammirazione, per il coraggio di affrontare questa passione e portarla avanti, con tutti gli ostacoli che ci sono.
Sono davvero contenta di avere a pochi chilometri dal mio paese la loro fantastica libreria!


Articolo scritto per iltempolastoria.it

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

Final Girls. Le sopravvissute: recensione

Recensione scritta per www.thrillernord.it http://thrillernord.it/final-girls/ Autore: Riley Sager Editore: Giunti Traduttore: Leon...

Post più popolari