mercoledì 12 marzo 2014

Manipolazione, consumismo e globalizzazione: Il Tempo La Storia intervista Angel Boligán

angel-boligan-and-azizi

Angel Boligán vicino ad un disegno di un giovane vignettista iraniano che segue le sue orme.
Nato a San Antonio de los Baños, La Habana, Cuba, residente in Messico dal 1992, caricaturista, illustratore e fumettista, fedele alla realtà, ha ottenuto 139 premi e menzioni internazionali. Umile e instancabile difende la sua terra natale anche se vive da 21 anni in Messico. Ho letto in un sito che le vignette di Boligán vengono definite inquietanti. Io credo che descrivere come effettivamente le persone trascorrono il loro tempo facendosi tentare dai mali della società che son assolutamente reali, non è inquietante, ma veritiero. 
comic_satire_03
Anche perché la società è malata. Evidentemente la verità fa paura. Boligán rappresenta la realtà con acuta precisione nelle sue vignette, che non sono mai banali. Definito anche pessimista, io lo vedo come un vero realista. Chi non vuole riconoscere e vedere com’è diventato veramente il mondo tangibile, annega nella finzione. Lo ringrazio tantissimo per questa intervista che mi ha rilasciato, visto che è una persona modesta e riservata e che rilascia poche interviste.
Cosa ne pensa di questi giudizi affrettati dato che colui che ha scritto l’articolo non la conosce?
Io sono un disegnatore sociale, radicato nella realtà dove cerco solo di evidenziare attraverso la linea e l’umorismo del contesto che ci circonda, la manipolazione, il consumismo, la globalizzazione. Questi sono dei temi ricorrenti nel mio lavoro, se l’insieme di molti dei miei lavori può dare la sensazione semplicemente inquietante e pessimistico è solo un punto di vista, io penso che possa essere anche molto realistico!
Per Lei qual è il significato di queste vignette? Cosa vuole esprimere?
Con i miei disegni non detto sentenze, produco solamente e mostro il mondo in cui viviamo con l’intenzione di ottenere un sorriso, ma soprattutto una riflessione nello spettatore che è colui che determina il giudizio finale.
comic_satire_13
Cosa pensa della cultura ?
Nella cultura ci sono le nostre radici, ci unisce, ci arricchisce e ci fa capire e godere i nostri simili e la vita stessa.
Cosa pensa delle persone che preferiscono la televisione alla cultura (arte, libri .. )?
I mezzi di comunicazione di massa, come la televisione sono diventati un nuovo cavallo di Troia all’interno delle nostre case, uno strumento potente per cercare di ingannare e manipolare le nostre decisioni politiche, culturali, di consumo, ecc… Nella cultura, nei libri, nell’arte in generale c’è il percorso del vero godimento e della verità.
Cosa sono, per Lei, il Tempo, la Storia e la Creatività?
La nostra Storia è stata scritta e basata principalmente sulla Creatività dell’uomo, nel bene e nel male siamo arrivati fino a questo punto. Non perdiamo di vista i nuovi creativi. La massa ha paura della verità perché si fa condizionare da falsi idoli.
Intervista a cura di Marianna Di Felice

1298938391PODERDECONVENCIMIENTOboliI

Intervista fatta per iltempolastoria.it

http://www.iltempolastoria.it/interviste/manipolazione-consumismo-e-globalizzazione-il-tempo-la-storia-intervista-angel-boligan/

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

L'isola dei cadaveri: recensione

Recensione scritta per www.thrillernord.it http://thrillernord.it/lisola-dei-cadaveri/ Autore: Ann Cleeves Traduttore: A. D. Alberto ...

Post più popolari