domenica 20 novembre 2016

L'eredità dei re: recensione

      L'eredità dei re. Stirpe di dei e di re 1


                                               



  Autore: Eleanor Herman
 Editore: HarperCollins Italia
Pagine: 382
   Prezzo: 16.00
  Genere: Fantasy/Storico
 Anno Pubblicazione: 2016


Vivere in Macedonia per un giovane principe non è affatto semplice. Tra allenamenti strategici e regole dittatoriali del re Filippo il Macedone, Alessandro si concede di rilassarsi insieme all'amico Efestione che si allena insieme a lui.
La vita del principe diventa più rilassante dopo il Torneo di Sangue (il vincitore si assicura ricchezza e titolo nelle truppe scelte di Filippo) vinto da un contadino di Pella, Jacob, che ha battuto il suo migliore amico Efestione. 
Dopo la conoscenza di Katarina con la quale sente di avere un legame tutto cambia. Anche il comportamento di Efestione che si ingelosisce a causa del tempo che Alessandro passa con Kat anziché con lui e si avvicina alla sorellastra del principe, Cynane che, rabbiosa e invidiosa o solamente ferita e non considerata adeguatamente, cerca in tutti i modi di liberarsi dalla situazione famigliare con dispetti, comportamenti decisamente non dignitosi e riti.
Olimpiade nel frattempo, la regina, è impegnata nella preparazione del rito contro una maledizione, ma purtroppo non riesce perché fu ingannata dalla sua ancella Elena che non le aveva detto la verità prima di morire.
La regina deve vedersela con il passato che non è mai scomparso anche se cerca in tutti i modi di distruggerlo.
Nel frattempo Kat e Alex si avvicinano sempre più soprattutto dopo la battaglia contro gli esariani, guerrieri che combattono la magia decisi a debellarla da Pella, fino a scoprire un grande segreto.
In contemporanea si legge anche la storia di Zofia, una giovane principessa persiana che scappa dal suo palazzo per non sposare Alessandro com'era stato deciso.



La lettura è assolutamente scorrevole e piacevole. Mai noiosa. La narrazione si avvale di basi storiche alle quali la scrittrice si è attenuta grazie alle ricerche effettuate e di parti fantasy che si incastrano bene nel contesto. La scrittrice mantiene dei tratti caratteristici dell'epoca stando attenta ai particolari come l'illuminazione dell'epoca o i riti e le maledizioni. Nella battaglia le “bombe di Katarina” erano usate davvero e altro non erano che lanci di anfore piene di scorpioni o serpenti. Quest'attenzione ai particolari rende la storia curata e spero sia così per gli altri libri seguito della saga.
Tra vendette, magie dei sangue di serpente e magie dei sangue di terra, maledizioni, morti violente, tra un leone alato e altre creature mitiche, tra battaglie, guerre e cacciatori di magia, tra primi amori e conquiste, tra fughe e rischi si svolge la prima storia della saga di Eleanor Herman.




Trama:
In un tempo in cui gli dei sono ciechi alle sofferenze degli uomini, gli ultimi demoni infuriano nelle pianure e il male si agita al confine delle terre conosciute, in un tempo in cui le città bruciano e dalle loro ceneri nascono nuovi imperi...il giovane Alessandro, erede dei Macedoni, sta per scoprire il ruolo che il destino gli ha assegnato nella conquista del mondo, ma avverte una profonda attrazione nei confronti di una nuova arrivata...Katarina deve destreggiarsi tra intrighi e oscuri segreti di corte e al tempo stesso tenere nascosta la sua missione: uccidere la regina. Ma non ha fatto i conti con il suo primo amore...Jacob è disposto a tutto per conquistare Katarina, persino a competere con Efestione, un assassino sotto la protezione di un principe. E in un paese lontano, dall'altra parte del mare, Zofia, la principessa persiana fidanzata ad Alessandro fin da bambina, è decisa a mutare il proprio destino servendosi dei leggendari Divoratori di spiriti.
Combinando la fantasia con i dettagli della Storia vera, in questo primo romanzo della serie Stirpe di Dei e di Re, Eleanor Herman reinventa il più grande conquistatore che il mondo abbia mai conosciuto: Alessandro Magno.



L'autrice:

Nata a Baltimora, nel Maryland, si è laureata in giornalismo alla Towson University, ha studiato lingue in Europa e la lavorato nella rivista della NATO Nations and Partners for Peace. Appassionata di storia antica fin da quando era bambina, ha visitato i più famosi siti archeologici del mondo, da Troia ai grandi templi degli oracoli, e ha scritto numerosi saggi tra cui A letto con i re e La Papessa segreta. Attualmente vive con il marito a McLean in Virginia.









Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

Fino alla morte: recensione

Recensione scritta per www.thrillernord.it http://thrillernord.it/fino-alla-morte/ Autore: Ed McBain Editore: Einaudi Traduttore: A...

Post più popolari