sabato 5 ottobre 2013

La donna dei fiori di Carta di Donato Carrisi...Recensione



Un uomo misterioso che fumava sul Titanic, un altro di cui si sa solo il nome Guzman, un mistero su cui far luce. Tutto questo è contenuto nelle parole di un soldato italiano prigioniero, tutto questo avviene sotto una tenda, dove l'odore acre del sudore si mischiava a quello di fumo delle sigarette, accese una dietro l'altra come se fumare potesse allungare la vita. Tutto questo avveniva alle pendici del Monte Fumo.

Di questo scrittore ancora non leggevo nulla, ma il titolo di questo libro riesce ad attirare l'attenzione e a far si che il lettore lo porti a casa con sé.
Lo scenario è la prima guerra mondiale, un gruppo di alpini italiani è stato catturato dall'esercito austriaco e nessun militare del gruppo parla. Tra di loro si nasconde un ufficiale e il maggiore austriaco pensa che il medico dell'esercito austriaco, possa farlo parlare, dandogli la possibilità di riabilitare la sua dignità, dopo che si era fatto soffiare la moglie e quindi era diventato lo zimbello dei militari. Una medaglia poteva riabilitarlo in patria.
Il medico austriaco si presentò davanti all'italiano con caffè e sigarette e questo, dopo un po', iniziò a raccontare una storia, e da questo punto inizia il noir.
Carrisi non rivela dove arriva la verità e dove si ferma l'invenzione. La battaglia sul fronte dolomitico é stata davvero combattuta e vinta dagli italiani sugli austriaci nel 1916, sul Monte Fumo, lo sottolinea alla fine del libro, ma sul resto non trapela nulla.

“La storia che leggerete in queste pagine è vera. Tutto il resto, inevitabilmente, è inventato.” scrive lo stesso autore.

“La notte fra il 14 e il 15 aprile del 1912, mentre il transatlantico Titanic affondava senza aver terminato il viaggio inaugurale, uno dei passeggeri scese nella sua cabina di prima classe, indossò uno smoking e risalì sul ponte.
Invece di cercare di salvarsi, si accese un sigaro e attese di morire.
Quando fu domandato ai superstiti del naufragio chi fosse il misterioso uomo, molti furono concordi nell'indicare un certo Otto Feuerstein, commerciante di tessuti che viaggiava per affari, da solo.
A nessuno di loro fu rilevata subito la particolare circostanza che Otto Feuerstein, in realtà era morto nel proprio letto, a casa sua, a Dresda.
Due giorni prima che il Titanic salpasse.”

Inutile dire che, per sapere chi era il misterioso uomo, si deve leggere questa storia che va giù tutta d'un fiato.
Buona lettura!

Voto 8

Casa editrice Longanesi collana la Piccola Gaia Scienza
Prezzo di Copertina 11,60
Prezzo IBS  9,86

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

L'isola dei cadaveri: recensione

Recensione scritta per www.thrillernord.it http://thrillernord.it/lisola-dei-cadaveri/ Autore: Ann Cleeves Traduttore: A. D. Alberto ...

Post più popolari